Tanzania, info utili.

INFORMAZIONI GENERALI

Con una superficie di 945.203 km2 La Tanzania è il più grande paese dell’Africa orientale ed è “nato” nel 1964 con la fusione del Tanganica e dell’isola di Zanzibar.

Il paese ora ospita circa 120 gruppi tribali e i cittadini tanzaniani sono orgogliosi di questo ricco patrimonio multiculturale; la diversità del paese ed è lungi dall’essere una fonte di divisione, è piuttosto motivo di orgoglio fra i suoi cittadini. Le religioni dominanti sono Cristianesimo e Islam, quest’ultimo soprattutto nella regione costiera.

Le lingue ufficiali del paese sono swahili e inglese, ma si parlano molte lingue indigene e l’arabo è parlato sula costa e ce Zanzibar.

Il safari è da sempre uno stile di vita in Tanzania e il paese ha alcuni dei migliori parchi del mondo. Quasi un terzo del territorio è protetto e dedicato alla conservazione e all’osservazione della fauna selvatica.

I PARCHI NAZIONALI
https://www.enchantedtanzania.com/parchi/: Tanzania, info utili.
LE ISOLE
https://www.enchantedtanzania.com/isole/: Tanzania, info utili.

A questo si aggiungono le affascinanti isole tropicali di Unguja (Zanzibar), Mafia e Pemba e le loro spagge bordate di palme, Mafia la montagna più alta dell’Africa, Kilimangiaro e le rive del lago Vittoria e Tanganika, ricoperte di una fitta foresta fluviale. Tutta questa varietà di ambienti e paesaggi crea uno dei paesi più belli e affascinanti dell’intera Africa.

PASSAPORTO

https://www.viaggiaresicuri.it/find-country/country/TZA

Per l’ingresso è necessario avere un passaporto  con almeno sei mesi di validità residua e 2 pagine consecutive vuote. Per eventuali variazioni alla normativa relativa alla validità residua richiesta del passaporto, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia.

VISTO DI INGRESSO

Il visto di ingresso è obbligatorio. per i cittadini italiani. Ecco come ottenerlo:

1) Procedura in lingua inglese:   https://visa.immigration.go.tz/  (visto da richiedere almeno 10 giorni prima della data di partenza).
Si tenga presente che il sito in lingua inglese serve tutto il mondo e, pertanto, potrebbero verificarsi ritardi o disfunzioni nella consegna del visto, soprattutto nei periodi di alta stagionalita’. A volte arrivati in fondo alal procedura non si riesce a pagare, altre volte il visto arriva all’ultimo momentoi o non arriva affatto.

2) Procedura in lingua italiana, con questionario facilitato ed assistenza del Consolato Onorario a Milano: 
https://www.consolatotanzania.org/visti-online/  (operativo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, compresi i fine settimana e festivi).
Si precisa che il Consolato ha la possibilita’ di rilasciare documenti idonei all’ingresso, in casi di emergenza, entro 6 giorni , ma non sara’ responsabile per richieste effettuate su altri portali, compreso quello quello in lingua inglese, poiche’ opera con un proprio canale indipendente. Il pagamento di 79 euro avviene tramite bonifico bancario. E’ una procedura semplice, che funziona bene. Unico neo, di più rispetto alle altre.

3) Visto richiesto al porto di ingresso in Tanzania. Dovrebbe essere limitato alle partenze last minute (meno di 10 giorni di preavviso), ma di fatto resta attualmente la modalità più utilizzata in quanto più comoda ed economica per tutti. Trovate moduli da compilare direttamente in dogana prima del controllo passaporti.


VACCINAZIONI

La vaccinazione contro la febbre gialla non è richiesta. E’ obbligatoria solo per i viaggiatori maggiori di un anno di età, provenienti da Paesi in cui la febbre gialla è a rischio di trasmissione (Kenya, Ethiopia, ecc.). Questo anche nel caso di solo transito aeroportuale superiore alle 12 ore e – in ogni caso – se si lascia l’aeroporto di scalo.
Per ulteriori indicazioni in merito alle vaccinazioni consigliate, tuttavia non obbligatorie, si raccomanda di consultare il sito https://wwwnc.cdc.gov/travel, nonché il proprio medico.
Per informazioni sulle malattie presenti, consultare la Sezione “Situazione Sanitaria” del sito Viaggiare Sicuri nella sezione dedicata alla Tanzania.

CHE VALUTA PORTARE?

La valuta ufficiale è lo scellino tanzaniano, disponibile presso gli sportelli bancomat o gli uffici di cambio. Meglio non contare sui bancomat, che sono pochi e spesso esauriti già da metà mattina.

Se cambi valuta all’interno dell’ aeroporto, il cambio sarà più sfavorevole rispetto agli uffici di cambio esterni. A Zanzibar puoi cambiare subito all’uscita del terminal aeroportuale sulla destra oppure a Stone Town in centro, presso l’ufficio postale. Se arrivi a Kilimanjaro e parti subito in safari nei parchi non potrai cambiare durante il tour. Meglio avere già con sè dollari per la mance alle guide (9-10 dollari a persona per coppia al giorno è la consuetudine) e per gli extra durante il safari (bevande soprattutto) Nei lodge comunque vengono accettate sia le carte di credito che i dollari e gli euro.

1 eur= 2.769,62 scellini

Un suggerimento, quando potete pagare un servizio sia in dollari che in euro o scellini, meglio pagare in scellini. In ogni caso, pagare in euro non conviene perchè il cambio praticato è di solito 1 euro:1 dollaro. Per intenderci, se un’escursione costa 40 S e volete pagare in euro, vi verranno chiesti 40 euro. Lo stesso vale per i souvenir o altre picole spese. Pagare direttamente in scellini è sicuramente la soluzione migliore, ma attenzione: gli scellini vanno spesi tutti perchè non potrete ricambiarli in Italia.

Le carte di credito non sono diffuse e vengono applicate alte commissioni bancarie. Consigliamo di usarle il meno possibile. Nei campisafari e negli hotel è tuttavia generalmente possibile utilizzarle.

RISPETTO PER LE USANZE LOCALI E ABBIGLIAMENTO

Saluta adeguatamente le persone prima di iniziare una conversazione, anche se si tratta solo di chiedere indicazioni. È normale stringersi la mano durante una riunione e il contatto per mano potrebbe durare più a lungo del solito.
E’ segno di rispetto chiedere il permesso prima di scattare una fotografia a qualcuno.
Nei safari lodge e sulle spiagge di Zanzibar va bene indossare pantaloncini, magliette e abbigliamento da spiaggia, ma consigliamo di essere adeguatamente vestiti quando passeggiate in città o nei villaggi, avendo cura di coprire spalle e ginocchia. Attebzione perchè non facendolo si puoò incorrere in sanzioni stabilite per legge.

QUANDO VIAGGIARE? MEGLIO EVITARE, FESTIVITA’ NATALIZIE ED AGOSTO.

Se viaggi al di fuori dell’alta stagione farai sicuramente un affare: tariffe più basse e pochi viaggiatori per un’esperienza più intima e autentica con la fauna selvatica e con la natura di Zanzibar e dei parchi. Per il tuo safrai, considera di viaggiare a novembre, prezzi migliori, meno persone nei parchi, possibilitù di assistere alla grande migrazione nel Serengeti.

VIAGGIA LEGGERO SE DEVI PRENDERE UN VOLO INTERNO

Se vai in safari, parti leggero. Gli aerei di piccole dimensioni hanno rigide restrizioni sui bagagli, di solito significa che puoi imbarcare solo un borsone morbido con un limite di circa 15-20 kg a seconda del volo e della compagnia.. Se arrivi a Kilimajaro e dopo il safari vai a Zanzibar è importante tenere presente questa limitazione. Se invece arrivi a Zanzibar e parti per un breve safari per poi tornare sull’isola, possiamo custodire il tuo bagaglio mentre sei nei parchi.

MANCE: NON OBBLIGATORIE, MA ATTESE E MOLTO GRADITE

In Africa è consuetudine, ma non obbligatorio, dare mance al personale di servizio in segno di gratitudine e apprezzamento del servizio. Le mance possono essere aumentate o diminuite a seconda del livello di servizio offerto.

Suggeriamo circa 15-20 USD a coppia a notte per una guida (puoi consegnarla alla guida alla partenza) e 10-15 USD a coppia per lo staff del campo (in alcuni campi trovate una cassetta delle mance comune e condiviso equamente tra il personale). Puoi lasciare la mancia in scellini o in dollari americani.

Per un driver è di consuetudine lasciare una mancia di 3-5 dollari.

COME RESTARE CONNESSI? SMARTPHONE E INTERNET

Per prima cosa suggeriamo di controllare se la vostra compagnia telefonica offre una buona tariffa per la Tanzania.

In alternativa potrete acquistare una sim ricaricabile Tazaniana in aeroporto o in cittò. Le migliori sono Vodacon per tutta la Tanzania e Zantel se vi fermate solo a Zanzibar. O ancora potete scaricare la e-sim Airalo o scegliere di utilizzare solo il wi-fi degli hotel. Nei campi safari nei parchi avrete di solito la connessione wi-fi al ristorante e alla reception, non nelle camere.

ASSICURAZIONE SANITARIA

E’ obbligatorio disporre, prima della partenza per la Tanzania e Zanzibar, di una “Certificazione Internazionale di Assicurazione Sanitaria”, che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente. Vedi sito viaggiare sicuri; https://www.viaggiaresicuri.it/find-country/country/TZA

Di fatto, nessuno controllerà la vostra assicurazione sanitaria, ma viaggiare senza essere tutelati non è consigliabile, indipendentemente dall’esistenza di un obbligo o di un possibile controllo.

Tanzania, Uganda e, in genere tutti gli stati africani  sub sahariani a parte il Sud Africa  non possono contare su un sistema sanitario di buon livello e, soprattutto, non su un sistema sanitario pubblico. Se tu o un famigliare aveste bisogno di cure mediche, anche per infortuni o malattie di lieve entità, i costi delle  cure e di un eventuale ricovero potrebbero essere molto più elevati rispetto all’Italia e di qualità inferiore.  

Se doveste avere bisogno di cure urgenti che non potete ricevere nel luogo in cui vi trovate,  bisognerebbe ricorrere all’ambulanza aerea di emergenza  per trasportarvi in ospedale e questo ospedale potrebbe trovarsi anche all’estero.

Prima di partire in safari consiglio quindi di stipulare sempre un’assicurazione sanitaria, come io stessa faccio sempre quando viaggio e soggiorno in Tanzania, Uganda e in altri paesi africani.

Le assicurazioni-viaggio sono molte e c’è solo l’imbarazzo della scelta. Tuttavia mi sento di personalmente di consigliare Heymondo PREMIUM per l’ottimo rapporto – qualità prezzo, la flessibilità e la possibilità di coprire rischio sanitario con rientro in Iralia, perdita bagagli e cancellazione viaggio in un’unica polizza. E’ comoda per chi acquista volo, safari e soggiorno in anticipo e con tempi diversi.

Personalmente non mi sono mai trovata nella condizione di doverla usare, non posso darvi una testimonianza diretta. Tuttavia ho avuto ottimi riscontri da chi si è trovato in condizioni di dover approfittare delle prestazioni garantite e vedo che le recensioni sono in genere ottime.

Per agevolare chi viaggia con noi ma non solo, ho stipulato una convenzione con Heymondo che vi permette di sottoscrivere la polizza dal nostro sito ed avere  immediatamente uno sconto del 10%. Non è comunque assolutamente obbligatorio stipulare una polizza Heymondo per viaggiare con noi, è solo una facilitazione offerta per chi ritiene utile approfittarne.

Cliccate qui per entrare sul sito di Heymondo.

ELETTRICITA’, COME RICARICARE TELEFONO E DISPOSITIVI.

La corrente elettrica è disponibile a 220/240 volt AC, 50 Hz. Tipo di presa primaria: britannica BS-1363 (britannica Standard).  Vi consigliamo di portare adattatori universali per ogni evenienza.

Tenete presente che l’alimentazione è soggetta a tagli e fluttuazioni di tensione anche nelle maggiori città e non è un problema da imputare agli hotel.

Durante i safari, la maggior parte dei lodge sono alimentati da energia elettrica con generatori o pannelli solari e questi sono spesso spenti durante alcune parti del giorno e della notte per ridurre il rumore e il consumo di carburante. A causa dell’elevato  consumo energetico, alcuni campi safari non consentono l’ uso di asciugacapelli. Si prega di notare anche che in svariati campi e lodge le prese di corrente per la ricarica sono disponibili solo nell’area principale.

COSA METTERE IN VALIGIA PER IL SAFARI .

Rimandiamo all’articolo dedicato per dettagli:

https://www.enchantedtanzania.com/safari/safari-cosa-mettere-in-valigia/

Potrebbe tuttavia essere utile questa sintesi.

  • Vestiti a strati: magliette a maniche lunghe e corte una sull’altra e pantaloni lunghi leggeri.
  • Pile o maglione, soprattutto per i mesi invernali e Ngorongoro.
  • Giacca impermeabile leggera
  • Scarpe comode ma robuste, Scarpe trail running perfette.
  • Infradito per stare in tenda o in piscina
  • Costume da bagno
  • Cappello o berretto con visiera
  • Occhiali da sole
  • Protezione solare: un must
  • Articoli da toeletta: forniti dalla maggior parte dei campi shampoo, bagnoschiuma e sapone
  • Piccola torcia
  • Batterie di ricambio, adattatori universali per prese e apparecchiature di ricarica
  • Buon binocolo
  • Libri o un Kindle/iPad completamente carico per l’ora della siesta

NUMERI DI EMERGENZA

Dar es Salaam:
Polizia: (emergenza) 00 255 787-668306/614-111128/614-111140
Stazione Centrale: 00 255 22-2115507/2117705
Pronto soccorso: (Aga Khan Hospital) 00255 22-2115151-52-53 / 2114096
Pronto soccorso: (IST Medical Clinic) 00255 22-2601308/2601307/00255 754-783393
Ambulanza: (Knight Support) 00255 754-777100/00255 22 2760087-9 / 2760082

Zanzibar:
Pronto soccorso:
Mnazi Mmoja Hospital tel.: 00255 242230713